Loading

Simone, Sabrina e il cibo

Simone: 16 anni studente, adora la pizza ma solo quella in versione originale: margherita.
Il cibo per me è una necessità, mia madre però sa renderlo piacevole, se qualcosa non mi piace lo avvolge di parmigiano o pomodoro e tenta di farmelo mangiare.
Se fossi un piatto sarei una ciotola di noodles: mangiare cinese è un po’ un gioco, non sai mai di preciso cosa ci puoi trovare dentro.
Il ricordo più bello legato al cibo è mio padre che impasta la pizza. Il sabato ripete questo rito tradizionale che credo imparerò anche io (essendo di origine partenopea non si scampa).
La frase più comune oggi mentre si mangia è “Simone mangia più velocemente” che incubo. Da piccolo dicono che mi hanno spiegato più volte che il nome posate non significava che dovevano rimanere ferme sul tavolo.
Mi piace cucinare gli spaghetti al pesto per i miei amici, sono diventati la mia specialità, però il condimento deve essere fresco. Mia mamma lo fa pieno di pinoli, non la batte nessuno. 
Sabrina: sposata, due figli maschi ed un gatto di nome Romeo che adora i croccantini al tonno conditi con l’aloe.
Il cibo per me rappresenta un immenso piacere che però scatena all’istante una miriade di sensi di colpa. La bilancia è da qualche anno un nemico in casa di cui non posso liberarmi.
Se fossi un piatto sarei una portata fusion: sono un mescolanza di sapori siciliani e del centro Italia con un aggiunta partenopea e una spolverata di spezie del mondo.
Il ricordo più bello legato al cibo è una torta multipiani che ho preparato per una bimba di 9 anni. Considerato che ho in casa solo maschi ho dato sfogo alla femminilità facendo un capolavoro di pizzi, perline e ghirigori tutti di zucchero colorato. Vedere quel sorriso pieno di stupore mi ha commossa.
La frase più ricorrente a tavola è “Simone dai… finisci le verdure!” mi annoio pure io a ripeterla, ma sono attenta all’alimentazione, non demordo, un giorno forse mi ringrazierà.
Adoro cucinare gli spaghetti alle vongole ma la prova del nove è stata la pastiera, un volta imparata quella ho ottenuto il permesso di sposare mio marito.

Leave a Reply