Loading

Fabio Geda e le sue “Anime scalze”

L’altra  sera trasferta di Azz!

Presentazione dell’ultimo libro di Fabio Geda, da Binaria, che è il Centro Commensale della Fabbrica del Gruppo Abele. 
Una capsula del tempo.
E proprio nel cuore della sua libreria si è tenuta la presentazione del libro.
Fabio definisce l’adolescenza come quel periodo della vita “che flirta con la libertà e il pericolo”.
Ed è proprio così quando cammini scalzo, ti senti libero, entri in casa e ti liberi delle scarpe, cammini scalzo sulla spiaggia, nel mare, sul prato. Una vera liberazione, ma attenti ai “pericoli”: un sasso appuntito, un’ape, una scheggia di vetro, lo spigolo del letto…… argh!! 
Siamo rapite dalla capacità affabulatoria di Geda che sposa la nostra tesi: “Non esiste un’adolescenza in generale, ma esistono tante infinite adolescenze”. 
Usciamo stringendo  fiere  la nostra copia con dedica sapendo che domani divoreremo quel racconto perché quando uno è capace di definire “un cielo che sembra la pelle d’un pesce” sai già che ti ha conquistata. E non c’è cena che tenga da preparare, compiti delle vacanze da controllare, zaini da svuotare, la storia di Ercole e delle sue fatiche ti è già entrata nel cuore.
Non perdetevi questo libro ed anzi osate di più:  lasciatelo sul comodino dei vostri ragazzi!

Leave a Reply